“Facile come bere un bicchier d’acqua” significa che una cosa è davvero semplice da fare. Perché bere un bicchiere d’acqua è una cosa che facciamo spesso, e tutto quello che si fa spesso viene naturale e quasi automatico. 

Anche la doccia è una cosa che facciamo spesso e ci verrebbe quindi da pensare che lo stesso modo di dire si possa applicare anche a questo modo di lavarsi: “facile come fare una doccia”. Ma ne siamo proprio sicuri? 

A rifletterci bene, quando facciamo una doccia abbiamo molte abitudini che sarebbe meglio lasciarsi alle spalle. La maggior parte riguardano l’eccessivo indebolimento della pelle, ma ce ne sono anche altre a cui non è così immediato arrivare. Errori piccoli e grandi di cui è sempre meglio essere a conoscenza.

1) Farla troppo spesso, per troppo tempo

vantaggi doccia

Lavarsi è un’abitudine molto sana. Ma lavarsi troppo può essere un problema. 

Fare troppe docce (a volte anche più di una al giorno) rischia di indebolire seriamente la pelle e i capelli, ed è l’errore più comune che si fa sotto la doccia. Questo perché va considerato che i detergenti utilizzati, sia per il corpo che per i capelli, per quanto delicati possano essere determinano comunque un’alterazione dello strato superficiale della pelle. 

Se proprio dovesse essere necessario lavarvi più volte in un solo giorno, assicuratevi di usare la giusta dose di bagnoschiuma e shampoo, senza esagerare. 

Ovviamente, questo consiglio vale anche per il tempo che impiegate a fare un doccia. Farne una sola che però dura un’ora è dannoso tanto quanto farne tre in un solo giorno. 

2) Lasciarsi sedurre dall’acqua bollente

Ci passiamo tutti: ogni anno, quando arriva l’inverno, una bella doccia calda diventa il momento migliore per dare conforto al nostro corpo infreddolito. 

Purtroppo, optare per questa scelta non allontana solo il freddo, ma anche il giusto modo di fare la doccia. La temperatura non dovrebbe mai essere eccessivamente alta perché in tal caso indebolisce la pelle, facendola diventare secca e a rischio di prurito. I dermatologi sostengono che questo accade perché l’acqua molto calda elimina gli oli naturali della pelle (che è esattamente il motivo per cui la utilizziamo per sgrassare i piatti quando li laviamo). Concordano quindi sul fatto che l’acqua fredda, al contrario, abbia un effetto decisamente migliore per lo strato superficiale della pelle, che ne esce più idratata e tonica. 

Non vi stiamo certo suggerendo di fare una doccia ghiacciata, perché per quello servirebbe una bella resistenza. Cercate piuttosto un giusto equilibrio nella temperatura dell’acqua. 

3) Fidarsi troppo della schiuma

Ci caschiamo in tanti. Saranno le centinaia di pubblicità che vediamo in televisione, sarà il fatto che il suo bianco immacolato richiama immediatamente all’idea di pulito, sta di fatto che pensiamo che “tanta schiuma” significhi “lavarsi meglio”. 

La schiuma viene prodotta da sostanze che sono chiamate tensioattivi, la cui principale attività è sgrassante. Alcune di queste sostanze, proprio per questa loro capacità, possono essere particolarmente aggressive nei confronti della pelle e del cuoio capelluto, rovinando le zone più delicate. Esistono molti prodotti che riescono a mantenere un buon equilibrio in tal senso e che, pur senza una produzione eccessiva di schiuma, riescono a pulire perfettamente durante l’uso della doccia. 

Inoltre, in alcuni casi la schiuma non aggiunge nulla, e la sua presenza è solo una sorta di effetto scenografico per impressionare i consumatori. Fate quindi molta attenzione ai prodotti che usate per lavarvi, non facendovi ingannare dalla “bianca nuvola” che generano. 

4) Non cambiare spesso la spugna

Abbiamo già parlato dell’enorme rischio nascosto dai batteri che si accumulano nel bagno (Scopri di più). Le spugne da bagno potrebbero sembrare innocue, simpatiche in tutti i loro colori sgargianti, ma possono diventare un problema serio se non cambiate regolarmente. 

Il rischio non c’è solo per le spugne, ma per tutti gli oggetti esfolianti che utilizziamo mentre siamo sotto il getto d’acqua della doccia. I batteri proliferano in condizioni che favoriscono l’umidità, ed è quindi molto importante assicurarsi che tutte le spugne si asciughino come si deve dopo essere state utilizzate. 

In ogni caso, i dermatologi concordano sul fatto che il tempo massimo per cui possono essere utilizzate sia di un mese.

5) Non idratarsi dopo la doccia

Subito dopo aver fatto la doccia, i pori della pelle sono particolarmente aperti e predisposti quindi all’assorbimento delle sostanze. L’uso di una giusta lozione idratante per il corpo è indicatissimo in un momento del genere, oltre che fondamentale per permettere alla pelle di “riprendersi” dall’eventuale aggressione della schiuma o dell’eccessivo calore. 

Numerosi studi dermatologici hanno dimostrato che la lozione andrebbe applicata entro, e non oltre, i tre minuti dopo l’uscita dalla doccia. Questo perché in quel minuscolo lasso di tempo la pelle riesce ancora a trattenere l’idratazione guadagnata con la doccia, che evapora se si aspetta troppo. Applicate la lozione sulla pelle ancora umida, invece di attendere che si sia asciugata del tutto, così da facilitarne l’assorbimento.

6) Usare male l’asciugamano

  • Strofinare: spesso si tende ad utilizzare gli asciugamani come strumenti per lo scrub. Un uso di questo tipo, piuttosto che creare un beneficio per la pelle, rischia invece di danneggiarla notevolmente. Quando dovete asciugarvi, tamponatevi delicatamente le zone interessate, così da essere sicuri di non creare irritazioni. 
  • Usarlo per i capelli: la ruvidità degli asciugamani può essere dannosa per i capelli, favorendone la caduta o comunque un indebolimento generale. Se proprio devi coprire i capelli, usa qualcosa di più morbido.
  • Non cambiarlo regolarmente: vale qui lo stesso discorso fatto poco sopra per le spugne e tutti gli oggetti esfolianti. Un asciugamano umido è un terreno fertile per la formazione di funghi e batteri. Cambiarlo spesso è la cosa migliore da fare se si vuole essere sicuri di tutelare la propria salute (e di aver fatto una doccia come si deve).

Questi sono ovviamente solo gli errori più comuni che commettiamo quando facciamo la doccia, ma sono anche quelli più facili da evitare. Seguite il consiglio!